via C. Battisti 5, 21024 Lozza (VA)
+39 0332 1690355
info@montagnerenergia.it

Conto Termico

Cos’è il Conto Termico?

E’ un incentivo statale per favorire gli investimenti nell’efficienza energetica.

L’aspetto più importante del Conto Termico è che non è una detrazione fiscale, ma un contributo in denaro che ti viene erogato in tempi brevissimi (entro circa 3 mesi dall’attivazione della richiesta) e copre circa il 65% della spesa che hai sostenuto. Se desideri, con il mandato all’incasso, il contributo lo puoi far accreditare al tuo installatore senza anticipare il capitale.

Grazie al Conto Termico è possibile riqualificare i propri edifici per migliorarne le prestazioni energetiche, riducendo in tal modo i costi dei consumi e recuperando in tempi brevi parte della spesa sostenuta.

Sono previsti interventi di sostituzione impianti per migliorare l’efficienza energetica.

Chi può usufruirne?

Praticamente tutti: privati, amministrazioni pubbliche, aziende e titolari di reddito di impresa.

Come si fa per beneficiarne?

Pensiamo a tutto noi. Siamo abilitati ad operare per tuo conto (senza intermediazioni) sul Portale Conto Termico del GSE. Basta solo che ci venga fornita la documentazione necessaria!

In questo ambito siamo i referenti tecnici nazionali di diversi marchi di produttori di caldaie, pompe di calore, stufe.

Gli interventi incentivabili per la pubblica amministrazione

  • Coibentazione: isolamento di coperture, pavimenti/solai e pareti perimetrali di edifici esistenti dotati di impianto di climatizzazione
  • Infissi: sostituzione di chiusure trasparenti comprensive di infissi, in edifici esistenti, dotati di impianto di climatizzazione
  • Caldaie a Condensazione: sostituzione, integrale o parziale, di impianti di climatizzazione invernale, in edifici esistenti, con impianti utilizzanti generatori a condensazione alimentati a gas naturale
  • Sistemi di schermatura e/o ombreggiamento: installazione di sistemi di schermatura e/o ombreggiamento di chiusure trasparenti con esposizione da Est-Sud-Est a Ovest, fissi, anche integrati, o mobili, non trasportabili in edifici esistenti
  • Edifici a energia quasi zero: trasformazione degli edifici esistenti, dotati di impianto di climatizzazione, in “edifici a energia quasi zero” (nZEB)
  • Sistemi efficienti di illuminazione: sostituzione di sistemi per l’illuminazione d’interni e delle pertinenze esterne degli edifici esistenti dotati di impianto di climatizzazione, con sistemi a led o a più alta efficienza
  • Building automation: installazione di tecnologie di gestione e controllo automatico degli impianti termici ed elettrici degli edifici esistenti, dotati di impianto di climatizzazione, compresa l’installazione di sistemi di termoregolazione e contabilizzazione del calore
  • Pompe di calore: sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti di climatizzazione invernale, anche combinati per la produzione di acqua calda sanitaria, dotati di pompe di calore, elettriche o a gas, utilizzanti energia aerotermica, geotermica o idrotermica, unitamente all’installazione di sistemi per la contabilizzazione del calore nel caso di impianti con potenza termica utile superiore a 200 kW
  • Caldaie e stufe a biomasse: sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti di climatizzazione invernale dotati di generatore di calore alimentato da biomassa, unitamente all’installazione di sistemi per la contabilizzazione del calore nel caso di impianti con potenza termica utile superiore a 200 kW
  • Solare termico: installazione di impianti solari termici per la produzione di acqua calda sanitaria e/o ad integrazione dell’impianto di climatizzazione invernale, anche abbinati a sistemi di solar cooling, per la produzione di energia termica per processi produttivi o immissione in reti di teleriscaldamento e raffreddamento
  • Scalda acqua a pompa di calore: sostituzione di scaldacqua elettrici, installati in edifici esistenti, dotati di un impianto di climatizzazione, con scaldacqua a pompa di calore
  • Impianti ibridi a pompa di calore: sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti di climatizzazione costituiti da sistemi ibridi a pompe di calore.

Gli interventi incentivabili per imprese e privati

  • Pompe di calore: sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti di climatizzazione invernale, anche combinati per la produzione di acqua calda sanitaria, dotati di pompe di calore, elettriche o a gas, utilizzanti energia aerotermica, geotermica o idrotermica, unitamente all’installazione di sistemi per la contabilizzazione del calore nel caso di impianti con potenza termica utile superiore a 200 kW
  • Caldaie e stufe a biomasse: sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti di climatizzazione invernale dotati di generatore di calore alimentato da biomassa, unitamente all’installazione di sistemi per la contabilizzazione del calore nel caso di impianti con potenza termica utile superiore a 200 kW
  • Solare termico: installazione di impianti solari termici per la produzione di acqua calda sanitaria e/o ad integrazione dell’impianto di climatizzazione invernale, anche abbinati a sistemi di solar cooling, per la produzione di energia termica per processi produttivi o immissione in reti di teleriscaldamento e raffreddamento
  • Scalda acqua a pompa di calore: sostituzione di scaldacqua elettrici, installati in edifici esistenti, dotati di un impianto di climatizzazione, con scaldacqua a pompa di calore
  • Impianti ibridi a pompa di calore:sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti di climatizzazione costituiti da sistemi ibridi a pompe di calore.

Il Conto Termico è cumulabile con altri incentivi di natura non statale e nell’ambito degli interventi precedentemente indicati. Finanzia inoltre il 100% delle spese per la Diagnosi Energetica e per l’Attestato di Prestazione Energetica (APE) per le PA (e le ESCO che operano per loro conto) e il 50% per i soggetti privati e le cooperative di abitanti e quelle sociali.

Per maggiori informazioni: www.gse.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi